Newsletter NO alla pena di morte: speciale Rapporto 2016 - Amnesty International Italia

Newsletter NO alla pena di morte: speciale Rapporto 2016

11 aprile 2017

Tempo di lettura stimato: 1'

Twitta l’appello per quattro giovani arabi
Arrestati quando ancora erano minorenni, Abdullah al-Zaher, Dawood al-Marhoon, Ali al-Nimr e Abdulkareem al-Hawaj, sono stati condannati a morte al termine di processi iniqui e con confessioni estorte sotto tortura. Le loro madri raccontano le storie, Amnesty International ha lanciato una campagna via Twitter.

SCARICA LA NEWSLETTER

Meno esecuzioni nel 2016 ma in Cina la pena di morte resta un segreto mortale, è la denuncia lanciata dal rapporto annuale di Amnesty. In Filippine la Camera approva proposta su reintroduzione pena di morte, uomo a rischio esecuzione in Bielorussia, in Giordania nuovo strappo alla moratoria con le 15 esecuzioni di marzo, farmaci in scadenza in Arkansas che pianifica otto esecuzioni in dieci giorni, via al processo di riforma in Malesia sulla pena di morte con mandato obbligatorio.

Guarda sul sito