Nigeria, due sindacalisti devono essere rilasciati - Amnesty International Italia

Nigeria, due sindacalisti devono essere rilasciati

17 gennaio 2012

Tempo di lettura stimato: 2'

Amnesty International, Human Rights Watch e 33 organizzazioni della società civile nigeriana hanno chiesto il rilascio immediato di Osmon Ugwu e Raphael Elobuike, due sindacalisti arrestati il 24 ottobre 2011 nella città di Enugu mentre stavano prendendo parte a un meeting di preghiera per auspicare il felice esito di una trattativa sulle condizioni di lavoro. Oltre 20 uomini armati, tra poliziotti, soldati e agenti in borghese, avevano fatto irruzione nella sala del Congresso sindacale della Nigeria dove si stava svolgendo la riunione.

Al centro del negoziato vi era l’applicazione nello stato di Enogu di una legge emanata a marzo sul nuovo salario minimo.

I due sindacalisti devono rispondere delle accuse di aggressione e tentato omicidio, relative alla presunta resistenza all’arresto. Secondo Amnesty International, si tratta di imputazioni pretestuose, che si aggiungono alla violazione del diritto alla libertà di riunione e di associazione provocata dall’irruzione in armi nel meeting di preghiera.