Da oltre 80 paesi per decidere insieme il futuro delle strategie sui diritti umani - Amnesty International Italia

Da oltre 80 paesi per decidere insieme il futuro delle strategie sui diritti umani

14 agosto 2017

Tempo di lettura stimato: 3'

Amnesty, Marchesi: “Da oltre 80 paesi per decidere insieme il futuro delle strategie sui diritti umani”. Il 33° ICM di roma ha rinnovato l’appello “Io scelgo di salvare vite”

Proseguono a Roma i lavori del 33° Consiglio internazionale (ICM) di Amnesty International.

“Vedere i rappresentanti di Amnesty da oltre ottanta paesi – diversi fra loro per lingua, cultura, religione, condizione sociale, ma uniti dalla comune passione per i diritti umani  – incontrarsi, confrontarsi e decidere assieme il futuro del movimento è un’esperienza straordinaria”, ha dichiarato Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia. “Così come è stato emozionante vedere tutte queste persone mobilitarsi per i difensori dei diritti umani nel mondo, a cominciare dai propri colleghi turchi, forzatamente assenti dalla riunione”.

Il presidente e la direttrice di Amnesty International Turchia restano in carcere, sulla base di accuse infondate, insieme agli altri difensori dei diritti umani arrestati con loro.

In una pausa dei lavori, i delegati all’ICM hanno partecipato a un’azione di sensibilizzazione sui diritti dei richiedenti asilo e dei rifugiati.

“Da Roma, Amnesty International ha rilanciato ai governi europei l’appello a garantire il diritto alla vita e alla dignità a chi attraversa il Mediterraneo, ribadendo la sua preoccupazione per le gravi violazioni dei diritti umani in Libia, paese sempre più insicuro dove respingere i migranti” ha ammonito Marchesi.

FINE DEL COMUNICATO

Roma, 14 agosto 2017

Ulteriori informazioni

Appello per i difensori dei diritti umani in carcere in Turchia:

https://www.amnesty.it/amnesty-international-turchia-attacco/

Appello “Io scelgo di salvare vite”:

https://www.amnesty.it/appelli/non-lasciamoli-annegare/

Rapporto Una tempesta perfetta. Il fallimento delle politiche europee nel Mediterraneo centrale”:

https://d21zrvtkxtd6ae.cloudfront.net/public/uploads/2017/07/05130208/A-Perfect-Storm-EUR0366552017.pdf

Amnesty International è un movimento globale di oltre sette milioni di persone impegnate in campagne per un mondo in cui ogni persona possa godere dei diritti sanciti dalla Dichiarazione universale dei diritti umani e da altri standard internazionali sui diritti umani. È indipendente da qualsiasi governo, ideologia politica, interesse economico o credo religioso e si finanzia principalmente grazie a donazioni di soci e sostenitori e solo in piccola parte da istituzioni private e fondi pubblici, limitatamente a progetti di educazione ai diritti umani. Dal 1961, anno della sua fondazione, ha contribuito al rilascio di oltre 50.000 prigionieri di coscienza.

Per interviste:

Amnesty International Italia – Ufficio Stampa

Tel. 06 4490224 – cell. 348 6974361, e-mail: press@amnesty.it