Ossezia del sud, giornalista e attivista della società civile aggredito - Amnesty International Italia

Ossezia del sud, giornalista e attivista della società civile aggredito

28 luglio 2010

Tempo di lettura stimato: 2'

Timur Tskhovrebov, noto giornalista e attivista della società civile dell’Ossezia del sud, il territorio dichiaratosi indipendente dalla Georgia nell’agosto 2008, è stato aggredito il 24 luglio nella città di Tskhinvali da 10 uomini. Ha riportato una ferita da coltello al collo, la frattura di un dito a numerosi ematomi al volto e sul resto del corpo.

Tskhovrebov ha riferito ad Amnesty International di aver riconosciuto tra gli aggressori tre membri del parlamento dell’Ossezia del Sud e di essere stato assalito a causa della sua attività giornalistica, dell’attivismo nella società civile osseta e delle sue idee dissidenti.

A giugno, Tskhovrebov aveva preso parte in Olanda al Forum civico georgiano-osseto e aveva sottoscritto un documento in cui si chiedeva a tutte le parti coinvolte nei negoziati in corso a Ginevra sulla situazione della Georgia di venire incontro alle necessità umanitarie delle persone colpite dalla guerra dell’agosto 2008 e di garantire libero movimento alla popolazione della regione. Per questo motivo, due giorni prima dell’aggressione, un alto funzionario dell’Ossezia del sud gli aveva dato del ‘traditore’.