Overtime: 7-11 ottobre - Amnesty International Italia

Overtime: 7-11 ottobre

5 ottobre 2015

Tempo di lettura stimato: 3'

Amnesty International Italia sarà presente all’Overtime festival (Macerata 7-11 ottobre) con la presentazione del libro ‘Srebrenica la giustizia negata’ (9 ottobre, ore 18.00, Galleria Antichi forni) e la rassegna fotografica ‘Da oltre 40 anni contro la tortura’.

Il libro

Il libro ‘Srebrenica. La giustizia negata‘ è un reportage nel buco nero della guerra e del dopoguerra bosniaco e nel vuoto totale di giustizia che ha seguito il genocidio di Srebrenica, una delle pagine più nere della storia europea del Novecento.

Interverrano Riccardo Noury – portavoce di Amnesty International Italia – e Luca Leone, autore del libro ‘Srebrenica. I giorni della vergogna’.
9 ottobre, ore 18.00
Galleria Antichi forni

La rassegna fotografica ‘Da oltre 40 anni contro la tortura’

La mostra di poster ‘Da oltre 40 anni contro la tortura’ ripercorre il lavoro di Amnesty International per sradicare la pratica della tortura, attraverso fotografie e illustrazioni dal 1973 ad oggi. La raccolta comprende immagini diffuse su poster, manifesti, riviste, web e qualsiasi altro canale utilizzato dall’Organizzazione per far sentire la propria voce e raggiungere quante più persone possibile.

Overtime Festival

Per il quarto anno consecutivo, Macerata diventa per qualche giorno la capitale dello sport italiano, e il cuore del romanzo sportivo. Overtime, il festival del racconto e dell’etica sportiva, per cinque giorni, dal 7 all’11 ottobre, proporrà incontri, mostre, proiezioni cinematografiche per conoscere storie di agonismo e passione sportiva.

Una manifestazione, organizzata dalla Pindaro Eventi, alla quale si associano la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Comune di Macerata, l’Università di Macerata, CONI Marche, associazioni nazionali, capitanate da Amnesty International, e realtà locali,  come ‘Progetto Stammi Bene’. Un modo per tenere alta l’attenzione sui valori dello sport, e celebrare le mille sfaccettature di chi lo sport lo pratica, ma anche chi ne scrive, chi ne ha fatto il proprio lavoro, e chi lo segue e basta, con tanta passione, trasporto e partecipazione.

Visita il sito del Festival e approfondisci