Per la prima volta alla Mostra del Cinema di Venezia un premio di Amnesty International Italia - Amnesty International Italia

Per la prima volta alla Mostra del Cinema di Venezia un premio di Amnesty International Italia

8 settembre 2015

Tempo di lettura stimato: 3'

‘Il cinema per i diritti umani’ è la denominazione del premio collaterale che, per la prima volta in occasione del 40esimo anniversario dalla sua costituzione, Amnesty International Italia assegnerà alla migliore opera sui diritti umani alla 72. Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

La giuria del premio collaterale ‘Il cinema per i diritti umani’ sarà presieduta da Veronica Pivetti, nota protagonista di fiction per la televisione e il cinema, testimonial di Amnesty International Italia e regista di ‘Né Giulietta né Romeo’, un film sul bullismo omofobico di prossima distribuzione, patrocinato dall’organizzazione per i diritti umani.

Della giuria faranno inoltre parte:

Sergio Di Giorgi, già responsabile di Amnesty International Sicilia, formatore e critico cinematografico. Scrive per ‘Cinecriticaweb’ e altre testate. Per il Festival internazionale ‘Sguardi Altrove’ di Milano cura la sezione ‘Diritti Umani, oggi’ e il concorso documentari;

Giovanna Gra, autrice, sceneggiatrice e illustratrice multimediale (Televideo, Segretariato Sociale Rai, Rai easyweb), autrice teatrale, testimonial di Amnesty International Italia. Dal 2004 collabora con Veronica Pivetti, per la quale ha realizzato numerose trasmissioni radiofoniche e fiction televisive nonché il soggetto e la sceneggiatura di ‘Né Giulietta né Romeo”;

Gabriele Niola, critico cinematografico freelance. Collabora con diverse testate (MyMovies, BadTaste, Wired, Fanpage, BestMovie, Leggo), è direttore artistico del Festival di Taormina e ha collaborato al Festival di Roma come selezionatore per la sezione Extra;

Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, autore e blogger sui diritti umani.

Amnesty International Italia desidera ringraziare Fondazione Biennale di Venezia per aver accettato la proposta d’istituire un premio collaterale, che potrà esaltare l’importante connubio tra il mezzo cinematografico e la promozione dei diritti umani.

FINE DEL COMUNICATO                     Roma, 3 agosto 2015

Per interviste: Amnesty International Italia – Ufficio Stampa
Tel. 06 4490224 – cell. 348 6974361, e-mail: press@amnesty.it