Russia: altro violento attacco contro le ex Pussy Riot - Amnesty International Italia

Russia: altro violento attacco contro le ex Pussy Riot

5 marzo 2014

Tempo di lettura stimato: 2'

La mattina del 6 marzo 2014 un gruppo di sconosciuti ha aggredito alcuni attivisti per i diritti umani nella città di Nizhny Novgorov in quello che appare in tutta evidenza un attacco premeditato e organizzato. Nelle immagini diffuse su Internet, gli aggressori entrano in un McDonald’ dove le ex Pussy Riot Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alyokhina stanno facendo colazione insieme ad alcuni attivisti dell’organizzazione non governativa ‘Zona dei diritti’, in vista dell’ispezione a una colonia penale. Urlando ‘Fuori le sporche puttane dalla nostra città‘, gli aggressori si lanciano sul gruppo spruzzando spray al peperoncino, un colluttorio per gargarismi e altro materiale.

A seguito dell’aggressione, Tolokonnikova ha riportato danni a un occhio mentre Alyokhina ha riportato una lieve commozione cerebrale. Amnesty International ha sollecitato le autorità russe a indagare su questo nuovo episodio di aggressione e intimidazione, che ha avuto luogo dopo tutta una serie di episodi, durante le Olimpiadi di Soci, in cui le stesse ex Pussy Riot e attivisti per i diritti umani sono stati aggrediti e fermati.