Russia: attivisti in pericolo dopo sentenza favorevole al presidente Kadyrov - Amnesty International Italia

Russia: attivisti in pericolo dopo sentenza favorevole al presidente Kadyrov

8 ottobre 2009

Tempo di lettura stimato: 2'

Russia: attivisti sempre più in pericolo dopo sentenza favorevole al presidente ceceno Kadyrov

(9 ottobre 2009)

 Il 6 ottobre un tribunale di Mosca ha condannato per il reato di diffamazione Oleg Orlov, direttore del centro per i diritti umani Memorial, ordinando all’imputato di risarcire i danni al presidente ceceno Ramzan Kadyrov e di rettificare notizie pubblicate sul sito dell’organizzazione.

Kadyrov aveva denunciato per diffamazione Orlov dopo che questi, il 15 luglio, aveva accusato il presidente ceceno di ‘essere responsabile’ dell’omicidio dell’attivista per i diritti umani Natalia Estemirova, avvenuto lo stesso giorno. Nella dichiarazione, pubblicata sul sito di Memorial, Orlov aveva affermato: ‘Non sappiamo se abbia dato l’ordine lui stesso o se l’abbiano fatto i suoi subordinati per compiacere il boss’.

Secondo Amnesty International, questo nuovo episodio conferma la mancanza di rispetto, da parte delle autorità russe, per il lavoro degli organismi indipendenti per i diritti umani. In questo costante clima di paura, le vite degli attivisti sono a rischio.
 
Maggiori informazioni sono disponibili online.