Se ucciso dopo la cattura, la morte di Gheddafi è un crimine di guerra. Necessaria un'inchiesta - Amnesty International Italia

Se ucciso dopo la cattura, la morte di Gheddafi è un crimine di guerra. Necessaria un’inchiesta

21 ottobre 2011

Tempo di lettura stimato: 2'

Amnesty International ha chiesto alle nuove autorità libiche di garantire lo svolgimento di un’inchiesta completa, indipendente e imparziale sulle circostanze della morte del colonnello Muammar Gheddafi. L’organizzazione per i diritti umani ha dichiarato che, se Gheddafi è stato deliberatamente ucciso una volta catturato, si tratterebbe di un crimine di guerra, i cui responsabili dovrebbero rispondere di fronte alla giustizia.

Indagare se si è trattato di un crimine di guerra può essere un atto impopolare. Tuttavia, il Consiglio nazionale di transizione è chiamato ad applicare i medesimi standard a ogni persona, anche a chi ha sistematicamente negato giustizia ad altri‘ – ha affermato Claudio Cordone di Amnesty International, aggiungendo che ‘se il Consiglio nazionale di transizione non avrà la volontà o la capacità di svolgere un’indagine imparziale e indipendente, questa dovrà essere condotta da organi internazionali delle Nazioni Unite o dalla Corte penale internazionale‘.