Sindacalista assassinato in Guatemala - Amnesty International Italia

Sindacalista assassinato in Guatemala

30 maggio 2011

Tempo di lettura stimato: 2'

Amnesty International ha sollecitato le autorità del Guatemala ad aprire immediatamente un’indagine imparziale e approfondita sull’uccisione di Idan Joel Hernandez Godoy, membro del Sindacato dei lavoratori delle banane di Izabal (Sitrabi), una provincia nel nord-est del paese.

Godoy è stato ucciso giovedì 26 maggio, colpito da diversi colpi di arma da fuoco esplosi da una motocicletta, mentre si stava recando alla sede del Sitrabi nella città di Morales.

Questo nuovo grave episodio è la conferma, per Amnesty International, dei rischi cui da anni gli attivisti per i diritti dei lavoratori vanno incontro in Guatemala. L’uccisione di Godoy fa temere per la vita di altri sindacalisti in tutto il paese. Per questo motivo, l’organizzazione per i diritti umani chiede al governo guatemalteco di agire per assicurare alla giustizia coloro che hanno assassinato Godoy e per garantire ai sindacalisti di poter svolgere il loro lavoro in un clima privo di rappresaglie, minacce e intimidazioni.

Nel marzo 2008, Miguel Ángel Ramirez Enríquez, uno dei fondatori del Sindacato dei lavoratori delle banana del Guatemala del Sud, fu ucciso nella provincia di Escuintla. Altri esponenti di questo sindacato hanno ricevuto intimidazioni.

Nell’ottobre 2010, Mateo Lopez, segretario generale del Sindacato dei lavoratori della sanità della provincia di San Marco, è stato ferito da cinque colpi di arma da fuoco.