Siria, il segretario generale dell'Onu decide d'indagare sulle atrocità in corso a Idlib - Amnesty International Italia

Siria, il segretario generale dell’Onu decide d’indagare sulle atrocità in corso a Idlib

2 agosto 2019

Ibrahim Hatip/Anadolu Agency/Getty Images

Tempo di lettura stimato: 2'

Il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha deciso di istituire un organismo che indaghi sugli attacchi nella zona di Idlib, nel nord della Siria, compresi quelli che hanno danneggiato o distrutto ospedali e altre strutture chiaramente identificate come obiettivi civili a partire dal settembre 2018.

Negli ultimi mesi Amnesty International ha documentato almeno otto attacchi contro ospedali, una banca del sangue, un’ambulanza e personale addetto ai soccorsi.

Il bombardamento delle strutture mediche, che di per sé è un crimine di guerra, fa parte della strategia delle autorità siriane di attaccare sistematicamente la popolazione civile, che costituisce un crimine contro l’umanità.

Amnesty International ha chiesto che le conclusioni delle indagini siano rese pubbliche e siano condivise con chi potrà essere in grado, in futuro, di sottoporre a procedimenti penali i responsabili degli attacchi.

Il responsabile delle operazioni umanitarie delle Nazioni Unite, Mark Lowcock, ha riferito al Consiglio di sicurezza che i bombardamenti su Idlib rischiano di causare la peggiore crisi umanitaria del XXI secolo.