Siria, veto del Consiglio di sicurezza 'un tradimento scioccante' - Amnesty International Italia

Siria, veto del Consiglio di sicurezza ‘un tradimento scioccante’

5 ottobre 2011

Tempo di lettura stimato: 2'

La decisione di Russia e Cina di porre il veto, martedì 4 ottobre 2011, a una risoluzione del Consiglio di sicurezza il cui testo era stato già gravemente annacquato, è stata giudicata da Amnesty International ‘un tradimento scioccante’ nei confronti della popolazione siriana, che da oltre sei mesi subisce un bagno di sangue nelle strade e nei centri di detenzione.

Anche i paesi che si sono astenuti (Brasile, India, Libano e Sudafrica) devono assumersi la pesante responsabilità di aver consentito alla repressione contro il legittimo dissenso di proseguire incontrastata.

La risoluzione esprimeva condanna per la repressione nei confronti dei manifestanti e lasciava aperta la possibilità di introdurre sanzioni.

Amnesty International continua a chiedere al Consiglio di sicurezza di prendere misure più incisive verso la Siria, e in particolare di deferire la situazione alla Corte penale internazionale, imporre un embargo sulle armi verso il paese e di congelare i beni patrimoniali del presidente Assad e dei suoi più stretti collaboratori.

(4 ottobre 2011) Siria: campagna del governo contro i manifestanti siriani all’estero