Summit Unione europea sui rom: servono parole e fatti - Amnesty International Italia

Summit Unione europea sui rom: servono parole e fatti

14 settembre 2008

Tempo di lettura stimato: 4'

CS122-2008: 15/09/2008

Alla vigilia del primo Summit sui rom organizzato dall’Unione europea (Ue), in programma domani a Brussels, la EU Roma Policy Coalition (Erpc)* ha sollecitato le istituzioni europee a sviluppare una strategia di lungo periodo per rispettare e proteggere i diritti fondamentali dei rom.

L’Erpc ha chiesto al Summit di vincolarsi a standard e obiettivi comuni che favoriscano il raggiungimento di progressi concreti, tali da preparare il terreno per piani d’azione nazionali, che dovrebbero essere sviluppati con l’attiva partecipazione delle comunità rom.

L’Erpc ha infine chiesto all’attuale presidenza dell’Ue di fare proprio questo impegno politico al Consiglio europeo di dicembre.

Secondo l’Erpc, ‘è importante fare riunioni e discussioni su politiche che funzionino, ma ciò che serve è anche un impegno attivo dell’Ue per tradurre queste discussioni in passi concreti per l’azione. È trascorso tempo sufficiente perché ci sia bisogno di un quadro di riferimento di obiettivi e scadenze‘.

L’Erpc rimane preoccupata per la recente risposta della Commissione europea in relazione al ‘censimento’ dei rom in Italia, risposta che è stata ampiamente percepita come un ‘via libera’ nei confronti delle politiche discriminatorie del governo italiano verso i rom. Il fatto che i principali documenti rilevanti non siano stati resi pubblici ha creato ulteriore ambiguità.

In questo contesto di segnali contraddittori, è ancora più importante che il Summit di domani assuma l’impegno forte e chiaro impegno di dimostrare che l’Ue intende agire, e non solo discutere, per promuovere efficacemente i diritti fondamentali e l’inclusione dei rom in Europa.

Le istituzioni e gli Stati membri dell’Ue dovrebbero, in occasione del Summit, garantire che il contrasto alla discriminazione dei rom sarà basato su politiche di inclusione sociale e non sulla repressione e sulle misure di sicurezza.

FINE DEL COMUNICATO                                         Brussels, 15 settembre 2008

Fanno parte dell’EU Roma Policy Coalition (Erpc): Amnesty International, European Roma Rights Centre, European Roma Information Office, European Network Against Racism, Open Society Institute, Spolu International Foundation, Minority Rights Group International, European Roma Grassroots Organisation, Roma Education Fund e Fundación Secretariado Gitano.

Per ulteriori informazioni, approfondimenti e interviste:
Amnesty International Italia – Ufficio stampa
Tel. 06 4490224 – cell. 348-6974361, e-mail: press@amnesty.it

Comunicato stampa ‘Necessaria una posizione chiara della Commissione europea sulle politiche italiane relative ai rom’
Firma l’appello ‘Italia: fermiamo la caccia alle streghe nei confronti dei rom!’