Taiwan riprende le esecuzioni dopo cinque anni - Amnesty International Italia

Taiwan riprende le esecuzioni dopo cinque anni

3 maggio 2010

Tempo di lettura stimato: 2'

Taiwan riprende le esecuzioni dopo cinque anni

(3 maggio 2010)

Amnesty International ha condannato le esecuzioni delle condanne a morte di quattro prigionieri, le prime dal dicembre del 2005.

Le esecuzioni di Chang Chun-hung, Hung Chen-yao, Ko Shih-ming e Chang Wen-wei hanno avuto luogo nelle prigioni di Taipei, Tainan e Taichun la sera del 30 aprile, nonostante due settimane prima il ministro della Giustizia Tseng Yung avesse detto che l’obiettivo finale era l’abolizione della pena di morte. 
 
L’Alleanza di Taiwan per mettere fine alla pena di morte ha sollevato diverse preoccupazioni circa la legalità delle esecuzioni.
 
Le autorità hanno dichiarato che stanno ancora prendendo in considerazioni alternative alla pena di morte, ma che questi impegni hanno poco valore.
 
Amnesty International chiede alle autorità di Taiwan di stabilire immediatamente una moratoria sulle esecuzioni e di fare tutto il necessario per abolire la pena di morte nel paese.
 
Maggiori informazioni sono disponibili online