Texas, condanna a morte commutata all’ultimo minuto - Amnesty International Italia

Texas, condanna a morte commutata all’ultimo minuto

25 febbraio 2018

Tempo di lettura stimato: 1'

Il 22 febbraio in Texas è accaduta una cosa estremamente rara: dopo aver presieduto a 30 esecuzioni capitali in tre anni, il governatore Gregg Abbott ha annunciato che questo non sarebbe stato il caso per Thomas Whitaker. L’annuncio è arrivato quando all’esecuzione mancavano 40 minuti.

Whitaker era stato condannato a morte per aver ucciso, nel 2003, la madre e il suo fratello minore. Il padre rimase gravemente ferito.

A spingere, quasi a obbligare il governatore Abbott a commutare all’ergastolo la condanna a morte, è stato il parere unanime del Comitato che esamina le richieste di grazia e commutazione.

Il Comitato è stato fortemente influenzato dal padre di Whitaker, Kent, che dopo aver odiato e rifiutato di vedere per anni il figlio, è diventato il principale promotore delle iniziative per salvarlo dall’esecuzione.

Le buone notizie di Amnesty International sono anche su Pressenza.