Trump, altri decreti contrari ai diritti umani - Amnesty International Italia

Trump, altri decreti contrari ai diritti umani

26 gennaio 2017

Tempo di lettura stimato: 2'

Dopo quello che ha dato via libera all’avanzamento dei lavori dell’oleodotto “Dakota Access”, il presidente degli Usa Trump ha firmato ulteriori decreti contrari ai diritti umani, tra i quali la costruzione di un muro al confine col Messico, la previsione di nuovi centri di detenzione e il diniego dei fondi federali alle città che adottano politiche di protezione nei confronti degli immigrati irregolari.

“Contrasteremo questi provvedimenti in tutti i modi possibili. La costruzione del muro è figlia dell’idea che chi vive fuori dagli Usa, specialmente chi proviene dall’America latina, sia una minaccia e vada evitato. I nostri iscritti e simpatizzanti chiederanno al Congresso di proteggere chi chiede asilo, comprese le persone in fuga dalla violenza che sconvolge i paesi dell’America latina. Non consentiremo al presidente Trump di creare campi per rifugiati al confine tra Usa e Messico come quelli che abbiamo visto in Grecia o in Australia”, Margaret Huang – direttrice generale di Amnesty International Usa

Amnesty International continuerà a seguire da vicino la possibile adozione di ulteriori decreti contrari ai diritti umani, tra cui quelli relativi alla sicurezza nazionale e al divieto d’ingresso a persone provenienti da paesi a maggioranza musulmana.