Ucraina: sindacalista 'troppo consapevole' dei diritti umani, va sottoposto a esami psichiatrici - Amnesty International Italia

Ucraina: sindacalista ‘troppo consapevole’ dei diritti umani, va sottoposto a esami psichiatrici

5 novembre 2010

Tempo di lettura stimato: 1'

Amnesty International ha sollecitato le autorità dell’Ucraina a porre fine alla persecuzione nei confronti di un sindacalista, Andrei Bondarenko, che un giudice ha obbligato a sottoporsi a un esame psichiatrico avendolo ritenuto ‘troppo consapevole dei diritti propri e altrui e dalla incontrollabile prontezza a difendere tali diritti in modo irrealistico’.

Nonostante non abbia mai dato segno di disturbi mentali, Bondarenko è stato già sottoposto a tre esami psichiatrici, l’ultimo dei quali nell’ottobre 2010.

Bondarenko si batte dal 2006 per i diritti dei lavoratori della regione di Vinnytsya, nel sud dell’Ucraina, schierandosi in particolare in favore di quelli impiegati nella lavorazione stagionale dello zucchero. Nell’agosto del 2010 ha fondato il Movimento per un ufficio del procuratore regionale di Vinnytsya libero dalla corruzione.