Ucraina, situazione profondamente allarmante - Amnesty International Italia

Ucraina, situazione profondamente allarmante

18 febbraio 2014

Tempo di lettura stimato: 2'

Amnesty International sta monitorando, da Londra e a Kiev, le violenze in corso nel centro della capitale dell’Ucraina tra manifestanti antigovernativi e forze di sicurezza, che hanno causato la morte di almeno 25 persone.

La drammatica escalation della violenza nelle ultime 24 ore è profondamente allarmante. Di fronte al prevalere dell’opzione violenta, chiediamo a tutte le parti d’impegnarsi a raffreddare la tensione e fermare la violenza‘ – ha dichiarato John Dalhuisen, direttore del Programma Europa e Asia Centrale di Amnesty International.

L’abuso della forza da parte della polizia negli ultimi mesi ha alimentato le fiamme della protesta che va avanti in piazza Indipendenza. Le autorità ucraine devono evitare di attizzarla ulteriormente. La risposta delle forze di polizia nei confronti dei manifestanti violenti dev’essere proporzionata e mirata e il diritto di manifestazione pacifica va rispettato‘- ha concluso Dalhuisen.

 

FINE DEL COMUNICATO                                                             Roma, 19 febbraio 2014

Per interviste:
Amnesty International Italia – Ufficio Stampa
Tel. 06 4490224 – cell. 348 6974361, e-mail: press@amnesty.it