Un altro attivista assassinato in Russia - Amnesty International Italia

Un altro attivista assassinato in Russia

26 ottobre 2009

Tempo di lettura stimato: 2'

(27 ottobre 2009)

Maksharip Aushev, un attivista per i diritti umani dell’Inguscezia, è stato trovato morto il 25 ottobre all’interno della sua automobile crivellata di colpi in una strada della repubblica di Kabardino-Balkaria.

Nel 2007 e 2008 Aushev aveva organizzato proteste contro le violazioni dei diritti umani commesse sotto la presidenza di Murat Ziazikov. Per alcuni mesi aveva diretto il sito dell’opposizione www.ingushetia.org, prendendo il posto di Magomed Yevloev, ucciso in una stazione di polizia il 31 agosto 2008.

Negli ultimi tre anni, Aushev aveva ricevuto numerose minacce di morte e poco più di un mese fa, il 15 settembre, era scampato a un tentativo di rapimento organizzato dalle forze di sicurezza inguscete.

Amnesty International chiede al presidente in carica dell’Inguscezia, Yunus-Bek Yevkurov, di tener fede al suo impegno di dialogare con le organizzazioni per i diritti umani e la società civile e di riformare i servizi di sicurezza, avviando immediatamente un’indagine sull’uccisione di Maksharip Aushev.

Maggiori informazioni sono disponibili on line
 
Approfondimento ‘Impunità in Russia’