Un altro manifestante ucciso e molti feriti in Bahrein - Amnesty International Italia

Un altro manifestante ucciso e molti feriti in Bahrein

15 marzo 2011

Tempo di lettura stimato: 1'

Amnesty International ha denunciato una nuova escalation nella repressione delle manifestazioni in Bahrein. Dopo la proclamazione, da parte del re, di tre mesi di stato d’emergenza, e l’arrivo nell’arcipelago di soldati dell’Arabia Saudita e agenti di polizia degli Emirati arabi uniti, il 15 marzo le forze di sicurezza hanno attaccato i manifestanti a Sitra e a Ma’ameer, uccidendone uno e ferendone centinaia di altri.

Come a febbraio, i mezzi e il personale accorsi a soccorrere i feriti sono stati attaccati dalla polizia bahreinita, che ha anche impedito l’accesso e tolto la corrente elettrica al Centro medico di Sitra.

L’organizzazione per i diritti umani ha chiesto ai governi del Bahrein e dell’Arabia Saudita di porre immediatamente sotto controllo le rispettive forze di sicurezza.

Approfondisci la situazione in Medio Oriente e Nord Africa