Usa: non rinnovare le sanzioni verso Cuba - Amnesty International Italia

Usa: non rinnovare le sanzioni verso Cuba

1 settembre 2009

Tempo di lettura stimato: 3'

( 2 settembre 2009)

Amnesty International ha chiesto al Presidente Barack Obama di fare il primo passo per porre fine all’embargo degli Stati Uniti contro Cuba non rinnovando le sanzioni contro l’isola, in virtù della Legge del commercio con un’entità nemica. Il termine per rinnovare le sanzioni è il 14 settembre. 
 
La richiesta dell’organizzazione per i diritti umani è parte di un rapporto, pubblicato il 2 settembre e intitolato ‘L’embargo statunitense contro Cuba: l’ impatto sui diritti  economici e sociali’, nel quale si conclude che le sanzioni imposte dal 1962 pregiudicano in maniera particolare l’accesso dei cubani ai medicinali e alla tecnologia medica e danneggiano la salute di milioni di persone. 
 
A causa dell’embargo, Cuba subisce gravi restrizioni nell’importazione di medicinali, attrezzature o tecnologie mediche dagli Usa o da qualsiasi azienda statunitense con sede all’estero. Le sanzioni limitano inoltre altre importazioni e impongono restrizioni ai viaggi e ai trasferimenti di denaro. 
 
I prodotti brevettati negli Usa o che contengono più del 20 per cento di parti o componenti statunitensi, anche se realizzati in paesi terzi, non possono essere esportati verso Cuba.
 
Secondo dati delle Nazioni Unite, l’incapacità di Cuba di importare prodotti nutrizionali destinati a scuole, ospedali e asili ha contribuito all’alto tasso di anemia che, secondo l’Unicef, nel 2007 ha colpito il 37,5 per cento dei bambini cubani sotto i tre anni.
 
A partire dal 2000, una nuova legislazione ha cercato di mitigare gli effetti dell’embargo e facilitare le esportazioni verso Cuba, con l’eccezione dei medicinali che continuano a essere sottoposti a restrizioni e ‘ispezioni sul posto approvate dal presidente’ degli Usa per accertare la finalità dei medicinali e dei materiali da esportare. Nel 2008 Cuba ha importato dagli Usa 710 milioni di dollari di cibo e prodotti agricoli e solo 1,2 milioni di dollari di attrezzature mediche e prodotti farmaceutici. Le importazioni negli Usa di prodotti provenienti da Cuba sono totalmente proibite. 

Il rapporto in inglese  ‘L’embargo statunitense contro Cuba: l’ impatto sui diritti  economici e sociali’ è on line

Maggiori informazioni sono disponibili on line.