Venezuela: "l'uso della forza letale deve cessare" - Amnesty International Italia

Venezuela: “l’uso della forza letale deve cessare”

1 agosto 2017

GEORGE CASTELLANOS/AFP/Getty Images

Tempo di lettura stimato: 2'

In Venezuela lo stato dei diritti umani è in continuo deterioramento. Il paese vive un drastico incremento dell’uso illegale della forza e si registrano decine di arresti arbitrari e l’uccisione di almeno 10 persone, insieme ad altri preoccupanti attacchi contro la popolazione.

L’uso della forza letale deve cessare immediatamente” ha ammonito in una nota ufficiale Erika Guevara-Rosas, direttrice di Amnesty International per le Americhe. “Il presidente Maduro e il suo governo sembrano vivere in un universo parallelo. Le autorità non possono continuare a ignorare la tensione e la violenza in corso e dovrebbero rispondere alle pressanti necessità dell’intera popolazione, compresi coloro che non sono d’accordo col governo” ha aggiunto Guevara-Rosas.

L’uso illegale della forza è notevolmente aumentato. Secondo l’ufficio della procura generale venezuelana, nel giorno delle elezioni per l’Assemblea costituente sono morte almeno 10 persone, ragazzi inclusi.

Sono stati inoltre riferiti attacchi indiscriminati contro cittadini venezuelani, tra cui colpi d’arma da fuoco e lanci di gas lacrimogeni in zone residenziali e nei pressi degli ospedali, oltre a decine di feriti vittime di soldati, agenti di polizia e gruppi armati civili.

Le autorità devono svolgere indagini imparziali, da parte di magistrati civili, su tutti i casi di violenza, a prescindere da chi ne sia stato responsabile. Devono essere intraprese azioni immediate per porre fine agli arresti arbitrari, alle uccisioni e alle altre gravi violazioni dei diritti umani“, ha concluso Guevara-Rosas.