Vietnam, famosa blogger rilasciata ma costretta all’esilio

Vietnam, blogger rilasciata ma costretta all’esilio

18 ottobre 2018

Tempo di lettura stimato: 2'

Nguyễn Ngọc Như Quỳnh, una delle più note blogger del Vietnam, conosciuta in Rete con lo pseudonimo Mẹ Nấm (“Madre fungo”) è stata rilasciata il 17 ottobre a condizione di lasciare immediatamente il paese, cosa che ha fatto col primo volo diretto negli Usa.

Arrestata il 10 ottobre 2016 e tenuta in isolamento per otto mesi, il 29 giugno 2017 “Madre fungo” era stata condannata a 10 anni di carcere per “propaganda contro lo stato della Repubblica socialista del Vietnam”, ai sensi del famigerato articolo 88 del codice penale usato contro centinaia di dissidenti tuttora in carcere.

Nguyễn Ngọc Như Quỳnh, madre di due figli e cofondatrice della Rete indipendente dei blogger vietnamiti, si occupa di diritti umani da oltre 10 anni.

Ironicamente, durante l’ultimo decennio – oltre a subire intimidazioni, minacce e arresti –  le era stato imposto il divieto di viaggiare per il paese. Ora, è diventata la condizione per il suo rilascio.

Le buone notizie di Amnesty International sono anche su Pressenza.