Visita del Dalai Lama a Milano: un'occasione per denunciare le violazioni dei diritti umani in Tibet - Amnesty International Italia

Visita del Dalai Lama a Milano: un’occasione per denunciare le violazioni dei diritti umani in Tibet

25 giugno 2012

Tempo di lettura stimato: 2'

Amnesty International Lombardia saluta con soddisfazione la visita a Milano del Dalai Lama, in programma per tre giorni da oggi, martedì 26 giugno, e auspica che l’occasione non vada persa per denunciare, con fermezza e senza timore di ripercussioni sul piano diplomatico o economico, le violazioni dei diritti umani in corso in Tibet. 

A seguito delle proteste del 2008, le autorità cinesi hanno imposto misure fortemente punitive alle istituzioni religiose e alla società tibetana nel suo complesso. Dall’anno successivo e sempre più spesso dal marzo 2011, decine di monaci e monache si sono dati fuoco, in molti casi con esiti mortali. Anziché affrontare le cause all’origine di questa disperata forma di protesta, il governo di Pechino ha inasprito i controlli di polizia e intensificato gli arresti. 

Per ulteriori informazioni 

Amnesty International Lombardia – Ufficio stampa 
Tel. 320 4826687, e-mail s.bellanti@amnesty.it 

Amnesty International Italia – Ufficio stampa
Tel. 06 4490224 – cell. 348-6974361, e-mail: press@amnesty.it