'Voci per la libertà - Una canzone per Amnesty', la 14° edizione - Amnesty International Italia

‘Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty’, la 14° edizione

7 giugno 2011

Tempo di lettura stimato: 6'

‘Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty’, giunto quest’anno alla 14° edizione, intende riconfermare il proprio ruolo: un appuntamento ormai irrinunciabile, dedicato alla promozione dei diritti umani attraverso la cultura musicale. Quest’anno, in occasione del 50° anniversario di Amnesty International, il festival offre un programma ancora più ricco, allo scopo di celebrare adeguatamente la ricorrenza. Gli appuntamenti del 2011 si inseriscono, inoltre, in un contesto di rinnovamento – pur nella continuità di una storia ormai consolidata – che comprende una nuova veste grafica, nuove strategie comunicative e legami con il territorio sempre più stretti.

Ecco i primi appuntamenti in programma!

Anteprima festival, sabato 18 giugno, ore 21.30, Rosolina Mare (RO) – piazzale Europa

Prhome: vincitore, in occasione dell’edizione 2010 di Voci per la Libertà, del Premio Giuria Popolare, l’artista di Rovigo propone una formula hip hop definita dal suo stesso autore ‘latin rap’.

Terzobinario: il gruppo pop rock mantovano ha vinto il Premio Amnesty Emergenti in occasione dell’edizione 2009 del festival, grazie al brano ‘Rights Here, Rights Now’.

Paola Turci: una delle migliori cantautrici italiane, da sempre impegnata a sostenere Amnesty International nelle sue battaglie legate ai diritti umani, ha vinto il Premio Amnesty Italia nel 2004 con ‘Hotel Rwanda’.

Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty 2011, 21-25 luglio a Villadose (RO) – Stadio di Rugby

La fase finale di ‘Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty’, durante la quale si esibiscono i finalisti del concorso destinato agli artisti emergenti, le cui esibizioni sono accompagnate anche quest’anno da ospiti musicali di rilievo.

Giovedì 21 luglio

Aperitivo musicale


In concorso: Heza, Emanuele Bocci, Fuori Forma
Ospiti: Mojomatics, una delle più interessanti formazioni garage rock italiane, affermatasi da tempo anche all’estero grazie al carattere travolgente delle esibizioni dal vivo.

Venerdì 22 luglio

Aperitivo musicale


In concorso: Musetta, Repsel, Autoreverse
Ospiti: Yo Yo Mundi: la formazione piemontese, da anni vicina ad Amnesty International, ha da poco pubblicato il suo ottavo album, ‘Munfrà’, dedicato alla regione del Monferrato, un lavoro che ha ottenuto ottime recensioni e confermato la qualità del cantautorato folk espresso dal gruppo di Acqui Terme.

Sabato 23 luglio

Aperitivo musicale


In concorso: Areamag, Novadeaf, Puntinespansione
Ospiti: Africa Unite: la più importante formazione reggae italiana, impegnata in questi mesi in un tour europeo, festeggia quest’anno i trent’anni di attività, e proporrà al pubblico di Villadose vecchi e nuovi brani.

Domenica 24 luglio

Aperitivo musicale
I migliori cinque artisti in concorso. Sul palco i cinque finalisti selezionati nel corso delle serate precedenti da una giuria specializzata si contenderanno il Premio Amnesty Emergenti 2011

Ospite: Simone Cristicchi, vincitore del Premio Amnesty Italia per il brano ‘Genova Brucia’.

Il cantautore romano ha vinto il festival di Sanremo nel 2007 con ‘Ti regalerò una rosa’, e dopo aver scritto spettacoli teatrali, documentari e libri sulla sua esperienza di obiettore di coscienza presso un centro di salute mentale romano, ha pubblicato nel 2010 l’album ‘Grand Hotel Cristicchi’, premiato da critica e pubblico, contenente ‘Genova Brucia’.
‘Genova brucia’ non solo è un bel brano di un autore sensibile ai diritti umani. Nel decennale del G8 di Genova del 2001, ci aiuta anche a non dimenticare le violazioni dei diritti umani che lì si verificarono, a ricordare l’impegno e il coraggio con cui le vittime e i loro familiari hanno cercato per lunghi anni verità e giustizia e a tenere alta l’attenzione perché non si verifichino più‘ – ha dichiarato Christine Weise, presidente della Sezione Italiana di Amnesty International.

Lunedì 25 luglio

Per celebrare la ricorrenza del 50° anniversario di Amnesty International, Voci per la Libertà dedica la serata a un concerto che ospita artisti italiani di rilievo, impegnati a collaborare con l’associazione umanitaria alla grande sfida di dar voce ai diritti umani attraverso la musica. La scaletta della serata è ancora in via di definizione, ma i primi nomi confermati sono Roy Paci & Grazie Negro e Gianmaria Testa.

Un’iniziativa di: Associazione Culturale Voci per la Libertà – Sezione Italiana Amnesty International – Centro Ricreativo Giovanile – Comune di Villadose – Provincia di Rovigo – Regione Veneto

Con il supporto di: Audiocoop – Rete dei Festival – Glitter & Soul – Suono e Immagine – Federazione Italiana Organizzazione Festival d’Autore – MArteLive – Vrban – AS2 – Zowart

Media Partner: What’s Up – Area News – Freak Out – Sound & Vision Magazine – Freequency – Jam – Il Mucchio – Il Gazzettino – Radio Base – LaScena – ViaVaiNet – Sbngs – La Voce di Rovigo

Main Sponsor: Copma