Covid-19: tutelare la sicurezza delle persone impegnate nel circuito dell’accoglienza - Amnesty International Italia

Covid-19: tutelare la sicurezza delle persone impegnate nel circuito dell’accoglienza

27 Marzo 2020

Tempo di lettura stimato: 1'

L’epidemia Covid-19 e la conseguente emergenza socio-sanitaria in Italia sta avendo serie conseguenze sull’accoglienza in Italia.

Insieme alla rete di associazioni che compongono il Tavolo asilo, abbiamo contribuito a un documento che mette al centro una serie di richieste volte a garantire:

  • la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori che continuano, nel rispetto delle regole di comportamento generali, a farsi carico dell’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati, svolgendo inoltre il fondamentale compito di informare le persone riguardo alle continue disposizioni ministeriali;
  • la sicurezza di tutti i richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale o umanitaria che si trovano all’interno del sistema di accoglienza o presso insediamenti informali e alloggi di fortuna

Accesso alle cure e ai servizi sanitari

Solleviamo forti preoccupazioni in merito al mancato accesso alle cure da parte di tutti quelle persone straniere che vivono in Italia ma non sono iscritte al sistema sanitario nazionale o che non possono usufruire di un medico di base.

Crisi economica, lavoro precario e sostegno al reddito

La crisi economica generata dall’emergenza sanitaria rischia di provocare la perdita del lavoro e di rendere più difficile la ricerca di soluzioni lavorative stabili per chi invece si trova privo di un’occupazione.

La situazione di povertà e precarietà lavorativa in cui vivono i cittadini stranieri residenti in Italia è nota con una quota di famiglie straniere povere sul totale delle famiglie povere che varia da nord a sud dal 27,7% al 42,6%. Questa situazione è certamente aggravata dall’attuale emergenza, dall’impossibilità di inserire i figli a scuola, e dall’interruzione dei tirocini, borse lavoro, contratti temporanei.

Ricerca e soccorso in mare

Le misure straordinarie per la gestione dell’emergenza sanitaria hanno inevitabilmente avuto un impatto sulle attività delle organizzazioni umanitarie impegnate in operazioni di ricerca e soccorso in mare.

Scarica il documento con tutte le richieste della reste di associazioni che compongono il Tavolo asilo.

La rete di associazioni del Tavolo asilo

ARCI, Amnesty International Italia, Avvocato di Strada, Caritas Italiana, CIR, CNCA, Emergency, Europasilo, FCEI, Fondazione Migrantes, Médecins du Monde – missione Italia, SIMM

Hanno collaborato anche: AOI, FOCSIV, Refugees Welcome Italia