Ennesimo difensore dei diritti sulla terra ucciso in Messico - Amnesty International Italia

Ennesimo difensore dei diritti sulla terra ucciso in Messico

6 febbraio 2017

Tempo di lettura stimato: 2'

Il 31 gennaio alcuni uomini armati hanno fatto irruzione nell’abitazione di Juan Ontiveros Ramos, nello stato messicano di Chihuahua. Dopo aver picchiato i familiari presenti, lo hanno portato via. Subito dopo, si sono sentiti dei colpi d’arma da fuoco. Il giorno dopo il suo corpo è stato ritrovato in una zona poco distante.

Juan Ontiveros Ramos era uno dei leader del gruppo nativo Raramuri, conosciuto anche come Tarahumara. Era responsabile della sicurezza della comunità Choréachi, che si trova nella municipalità di Guadalupe y Calvo e che da tempo è presa di mira per questioni di dispute territoriali e per il suo impegno contro il disboscamento.

Juan Ontiveros Ramos aveva più volte presentato denunce al governo messicano sui rischi arrecati ai Choréachi dalle attività del crimine organizzato. Il 20 gennaio aveva preso parte a un vertice ad alto livello con autorità statali e federali.

Molti Choréachi e volontari di organizzazioni non governative hanno dovuto lasciare la zona a seguito di minacce e attacchi armati.

Negli ultimi anni sono stati uccisi almeno altri tre leader del gruppo Raramuri: Jaime Zubia Cevellos e Socorro Ayala nel 2013 e, il 15 gennaio di quest’anno, Isidro Baldenegro.

https://www.amnesty.it/isidro-baldenegro-vita-lambiente/