Fatti di Macerata: dovrebbe essere garantito il diritto a manifestare - Amnesty International Italia

Fatti di Macerata: dovrebbe essere garantito il diritto a manifestare

8 febbraio 2018

Tempo di lettura stimato: 1'

Roberta Preziotti, prefetta di Macerata, ha annunciato di considerare il divieto di svolgimento della manifestazione contro il razzismo e il fascismo programmata il 10 febbraio qualora questa non venisse annullata.

Una decisione che Gianni Rufini, direttore di Amnesty International Italia, ha commentato in una nota ufficiale.

Di fronte a fatti così gravi come quelli accaduti a Macerata – ha dichiarato Rufini –, l’invito a un silenzio di riflessione da parte del sindaco è più che comprensibile. Dispiace, tuttavia, che la voglia di tanti cittadini di esprimere il proprio dolore e il proprio sdegno per il recente gravissimo attacco razzista non possa trovare espressione in una manifestazione pacifica. Manifestare pacificamente, infatti, e in solidarietà e per i diritti e l’uguaglianza delle persone dovrebbe essere possibile e garantito proprio in situazioni come queste“.