Israele/Gaza: avviare un'indagine internazionale, fermare gli attacchi contro i civili - Amnesty International Italia

Israele/Gaza: avviare un’indagine internazionale, fermare gli attacchi contro i civili

16 luglio 2014

Tempo di lettura stimato: 2'

Amnesty International continua a chiedere un’indagine internazionale sotto il mandato dell’Onu sulle violazioni del diritto internazionale umanitario commesse dall’esercito israeliano e dai gruppi armati palestinesi. I continui attacchi aerei israeliani sulla Striscia di Gaza hanno causato oltre 200 morti e più di 1000 feriti, mentre le centinaia di razzi lanciati da Gaza contro i centri abitati israeliani hanno provocato un morto e almeno 20 feriti.

In alcune città italiane, i gruppi di Amnesty International prenderanno parte alle iniziative promosse il 16 luglio dalla Rete Disarmo.

Chiedi che siano fermati gli attacchi contro i civili, partecipa alla campagna online!

Amnesty International Israele ha lanciato una campagna online per chiedere lo stop immediato degli attacchi contro i civili e per porre fine alle vittime su entrambi i lati del conflitto. Amnesty International Italia partecipa a questa campagna chiedendo di scrivere la parola STOP (in qualsiasi lingua) sulla mano, scattarsi una foto e caricarla con l’hashtag #CiviliansUnderFire sulla nostra pagina Facebooksu twitter e su instagram 

 

Leggi anche:

Israele, le punizioni collettive non porteranno la giustizia che l’uccisione dei tre ragazzi reclama  (2 luglio 2014)  

Amnesty International chiede il rilascio dei tre ragazzi israeliani rapiti e la fine delle punizioni collettive nei confronti dei palestinesi (18 giugno 2014)