Regolarizzazione: la maggioranza respinge gli emendamenti elaborati dalla Campagna Ero straniero - Amnesty International Italia

Regolarizzazione: la maggioranza respinge gli emendamenti elaborati dalla Campagna Ero straniero

2 Luglio 2020

Tempo di lettura stimato: 2'

Nonostante i numerosi appelli da parte della società civile e delle categorie produttive per un esteso provvedimento di regolarizzazione, nonostante i segnali di apertura da parte di parlamentari della maggioranza e di governo, la scelta di non intervenire per migliorare il testo appare inspiegabile.

Insieme alla rete di associazioni che compongono il Tavolo Asilo condividiamo la delusione e l’amarezza rispetto al voto della maggioranza di governo: avevamo sostenuto gli emendamenti proposti dalla Campagna Ero Straniero per migliorare le misure relative alla regolarizzazione (art. 103 del decreto “Rilancio”), ampliandone la platea dei beneficiari e contrastando in modo efficace il lavoro nero.

Ci uniamo alle richieste della Campagna Ero Straniero e facciamo appello ai partiti di maggioranza perché nel corso della discussione e votazione in Aula intervengano sui limiti del provvedimento, per garantire una maggiore sicurezza sociale e sanitaria e per una reale tutela dei diritti di tutte e tutti.

Sono componenti del Tavolo Asilo le seguenti organizzazioni: A Buon Diritto Onlus, ACLI, ActionAid, Amnesty International Italia, ARCI, ASGI, Avvocato di Strada Onlus, Caritas Italiana, Centro Astalli, CIR, CNCA, Comunità di S.Egidio, Comunità Papa Giovanni XXIII, Emergency, Europasilo, FCEI, Focus-Casa dei Diritti Sociali, Fondazione Migrantes, Intersos, Legambiente, Médecins du Monde Missione Italia, Medici per i Diritti Umani, MSF Italia, Oxfam Italia, Save the Children, Senza Confine, SIMM (Società Italiana di Medicina delle Migrazioni). Invitati permanenti: UNHCR