Sudan: studenti assassinati dai paramilitari, scuole chiuse - Amnesty International Italia

Sudan: studenti assassinati dai paramilitari, scuole chiuse

31 luglio 2019

Tempo di lettura stimato: 1'

Il 29 luglio i militari della Forza di supporto rapido hanno ucciso sei persone, tra cui quattro studenti minorenni, nella città di El Obeid. Stavano prendendo parte a una manifestazione contro l’accordo tra società civile e militari del 5 luglio per la futura condivisione del potere.

In seguito le autorità militari hanno ordinato la chiusura a tempo indeterminato di tutti gli istituti, a neanche un mese dall’inizio del nuovo anno scolastico.

Le autorità sudanesi continuano a usare la forza letale delle armi contro le proteste. Chiudere le scuole è un atto ingiusto e inconcepibile: si puniscono gli studenti invece di una banda paramilitare fuori controllo, che abbiamo più volte chiesto venisse esonerata da funzioni di mantenimento dell’ordine pubblico“, ha dichiarato Amnesty International.