Turchia, oltraggiosa decisione di prolungare la detenzione preventiva di Osman Kavala - Amnesty International Italia

Turchia, oltraggiosa decisione di prolungare la detenzione preventiva di Osman Kavala

18 luglio 2019

Tempo di lettura stimato: 1'

Amnesty International ha definito oltraggiosa la decisione di prolungare la detenzione preventiva del leader della società civile turca Osman Kavala per accuse del tutto infondate.

Osman Kavala è detenuto nella prigione di massima sicurezza di Silivri da 625 giorni, esattamente dal 1° novembre 2017. Insieme a Yiğit Aksakoğlu (messo in libertà provvisoria il 25 giugno 2019 dopo oltre sette mesi di carcere) e altri 14 imputati, deve rispondere del “tentativo di rovesciare il governo della repubblica turca o di impedire lo svolgimento dei suoi compiti” durante le proteste di Gezi di sei anni fa.

Non è mai emersa alcuna prova di un suo coinvolgimento in attività criminali.

La prossima udienza è fissata per l’8 e il 9 ottobre.