Usa: reazione di Amnesty International alla decisione della corte suprema sul "Muslim Ban". - Amnesty International Italia

Usa: reazione di Amnesty International alla decisione della corte suprema sul “Muslim Ban”.

26 giugno 2018

credit: Philippe Lionnet

Tempo di lettura stimato: 2'

Usa: reazione di Amnesty International alla decisione della corte suprema sul “Muslim Ban”.

In relazione alla sentenza della Corte suprema Usa che conferma il cosiddetto bando per musulmani, Ryan Mace, grassroots advocacy & refugee specialist di Amnesty International Usa, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Questa politica odiosa è una catastrofe totale – non solo per coloro che vogliono semplicemente viaggiare, lavorare o studiare negli Stati Uniti, ma anche per coloro che cercano protezione dalla violenza. Anche se questa decisione non affronta il distinto e ugualmente dannoso bando per rifugiati, intrappola crudelmente le persone in paesi colpiti da conflitti e impedisce loro di cercare sicurezza negli Stati Uniti o di ricongiungersi con la famiglia.

Alcune persone oggetto di questo divieto stanno fuggendo da conflitti che gli Usa hanno direttamente creato oppure perpetuato, come nel caso dello Yemen e della Siria. In questi casi, in particolare, stiamo sostanzialmente appiccando il fuoco e chiudendo la via di fuga. Non c’è spazio per questo bando, né per il sentimento anti-musulmano in cui è originato, in un paese che dichiara di dare valore ai diritti umani”.

FINE DEL COMUNICATO

Roma, 26 giugno 2018
Per interviste:
Amnesty International Italia – Ufficio Stampa
Tel. 06 4490224 – cell. 348 6974361, e-mail: press@amnesty.it