Armi ad Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti: attendiamo atto ufficiale dopo l'annuncio sulla sospensione - Amnesty International Italia

Armi ad Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti: attendiamo atto ufficiale dopo l’annuncio sulla sospensione

12 luglio 2019

Tempo di lettura stimato: 2'

In base alle informazioni diffuse tramite social e agenzie di stampa, il Consiglio dei ministri dell’11 luglio avrebbe deciso di bloccare le esportazioni di armi prodotte in Italia alla coalizione guidata dall’Arabia Saudita e dagli Emirati Arabi Unitiper cercare di arrivare preso alla pace in Yemen“.

In particolare, il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio ha annunciato su Facebook che il Consiglio dei ministri ha concluso l’iter per dare indicazione all’Uama – l’Autorità Nazionale che controlla export di armi, di fermare non solo nuove autorizzazioni e contratti ma anche forniture relative ai contratti già autorizzati di ordigni verso Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti.

Una notizia che abbiamo accolto con favore, insieme alle altre organizzazioni che con noi dal 2015 portano avanti una campagna per fermare la vendita di armi prodotte in Italia e destinate al conflitto in Yemen, mentre restiamo in attesa di un documento ufficiale del governo che attesti quanto reso noto ieri.

Insieme a Fondazione Finanza Etica, Oxfam Italia, Rete della Pace, Rete italiana per il Disarmo e Save the Children Italia vigileremo affinché gli impegni chiesti al governo italiano dalla risoluzione approvata dal Parlamento il 26 giugno si traducano in atti concreti.