Elezioni Ungheria, Amnesty: "Continueremo a resistere all'offensiva contro i diritti umani"

Elezioni Ungheria, Amnesty: “Continueremo a resistere all’offensiva contro i diritti umani”

9 aprile 2018

Amnesty International Ungheria

Tempo di lettura stimato: 3'

Elezioni Ungheria, Amnesty International: “Continueremo a resistere all’offensiva contro i diritti umani”

Commentando la vittoria di Fidesz, il partito del presidente Orban, nelle elezioni generali in Ungheria, la direttrice di Amnesty International per l’Europa, Gauri van Gulik, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Per quanto il clima possa essere ostile, siamo determinati nel nostro impegno. Resisteremo all’offensiva contro i diritti umani in Ungheria per e con tutte le persone e i gruppi che combattono per i diritti e le libertà di tutti”.

Continueremo a contrastare i tentativi di attizzare l’ostilità contro i migranti e i rifugiati e proseguiremo a prendere la parola in favore di chi li sostiene e difende. Non ci faremo spaventare da coloro che cercano di ridurre al silenzio le voci critiche e di creare un’atmosfera di paura”.

Il legittimo lavoro delle organizzazioni che difendono i diritti umani in Ungheria è adesso più necessario che mai e più che mai siamo determinati a stare al loro fianco”.

Roma, 9 aprile 2018

FINE DEL COMUNICATO

Ulteriori informazioni

Azione di solidarietà in favore delle Ong in Ungheria
Il governo ungherese sta cercando di mettere a tacere la società civile che denuncia e si attiva contro le violazioni dei diritti umani attraverso delle leggi che, se verranno votate, renderanno impossibile alle Organizzazioni non governative (Ong) proseguire con il loro lavoro di assistenza e protezione di chi ha bisogno. Il pacchetto legislativo rientra in un giro di vite contro i diritti umani e le organizzazioni della società civile in Ungheria, ormai sotto attacco da diversi anni. L’obiettivo del governo è semplice e chiaro: mettere a tacere le Ong indipendenti e apertamente critiche. Tra queste vi sono Amnesty International, l’Unione delle Libertà Civili e la Commissione Helsinki.

Chi desidera inviare un messaggio di solidarietà alla società civile ungherese può farlo tramite questa pagina dedicata.

Leggi il capitolo dedicato all’Ungheria

Per interviste:
Amnesty International Italia – Ufficio Stampa
Tel. 06 4490224 – cell. 348 6974361, e-mail: press@amnesty.it