Sesta Giornata della Memoria e dell'Accoglienza: le iniziative - Amnesty International Italia

Sesta Giornata della Memoria e dell’Accoglienza: le iniziative

3 ottobre 2019

Tempo di lettura stimato: 5'

Il 3 ottobre siamo a Lampedusa per partecipare alla Giornata della Memoria e dell’Accoglienza, commemorare le 368 vittime del naufragio del 2013 e tutte le persone scomparse nel tentativo di raggiungere l’Europa.

Per il sesto anno consecutivo marciamo al fianco del Comitato 3 ottobre per ribadire che prima dei confini vengono le persone e per chiedere:

  • percorsi sicuri e legali per chi cerca salvezza in Europa,
  • meccanismi rapidi ed efficaci per assicurare sbarco e ricollocazione delle persone soccorse in mare,
  • di potenziare i programmi di ammissione umanitaria e di ricongiungimento familiare
  • di rivedere i regolamenti di Dublino riguardanti la gestione delle domande d’asilo.

Oltre alla marcia commemorativa del 3 ottobre, nella settimana dal 29 settembre al 5 ottobre Lampedusa diventa anche il luogo di incontro e scambio tra i partecipanti al progetto Start the Change: 45 giovani ragazzi e ragazze provenienti da 12 paesi europei che prendono parte alla Summer Academy, meeting internazionale e momento di valutazione conclusiva di questo secondo anno di progetto.

Alle attività di scambio di buone pratiche e di confronto partecipa anche Francesco Motta, cantautore che ha già dimostrato la sua sensibilità in materia di diritti umani.

Start the Change: la Summer Academy per i giovani di Lampedusa

Il meeting internazionale per giovani provenienti da tutta Europa, organizzato a Lampedusa dal 29 settembre al 5 ottobre, è da considerarsi un momento di valutazione conclusiva del secondo anno del progetto Start the Change.

Al meeting internazionale sono invitati a partecipare tre giovani per ciascuna organizzazione partner del progetto per un totale di 45 giovani ragazzi/e provenienti da 12 Paesi europei.

Gli obiettivi del meeting internazionale sono:

  • approfondire conoscenze sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, Agenda 2030, fenomeni migratori e disuguaglianze globali
  • accrescere conoscenza interdipendenza della sostenibilità
  • condividere l’esperienza del secondo anno di progetto tra partecipanti dei 12 Paesi europei coinvolti
  • dare la possibilità ai giovani di approfondire la propria conoscenza dei fenomeni migratori (viaggio che affrontano i migranti, politiche migratorie esistenti).

Start the Change è un progetto co-finanziato dalla Commissione Europea e indirizzato a 26.400 giovani tra i 15 e i 24 anni e a 1300 docenti ed educatori. Sono 15 i partner europei del progetto, di cui 4 in Italia (Amnesty International Italia, Progettomondo.mlal, Amici dei Popolie CISV).

Start the Change ha come obiettivo accrescere la consapevolezza dei giovani europei sull’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in relazione con i fenomeni migratori e le violazioni dei diritti umani attraverso lo sviluppo di percorsi educative innovativi.

La musica al fianco dei diritti umani

Il cantautore Francesco Motta è tra gli ospiti speciali della settimana a Lampedusa. Oltre alla sua partecipazione ai laboratori e incontri, sarà il protagonista di un set acustico che è tra gli appuntamenti più attesi.