Francia, arrestato presunto finanziatore del genocidio ruandese - Amnesty International Italia

Francia, arrestato presunto finanziatore del genocidio ruandese

18 maggio 2020

Tempo di lettura stimato: 1'

Dopo 26 anni di latitanza trascorsi anche in diversi paesi europei, sabato 16 maggio è stato arrestato Félicien Kabuga, presunto finanziatore del genocidio del 1994 in Ruanda. Viveva in Francia, sotto falso nome, in un appartamento di Asnieres-Sur-Seine, alla periferia di Parigi.

Kabuga, all’epoca uno degli uomini più ricchi del Ruanda, fondatore di “Mille Colline“, l’emittente che incitava a “eliminare gli scarafaggi”, è accusato di aver finanziato i famigerati interahamwe, la milizia paramilitare hutu che sterminò in meno di quattro mesi almeno 800.000 tutsi e anche hutu che si opponevano al genocidio.

Nel 1997 il Tribunale Penale Internazionale per il Ruanda lo aveva accusato di crimini contro l’umanità e genocidio. Ora se ne occuperanno altri organi di giustizia internazionale.

Le buone notizie di Amnesty International Italia sono anche su Pressenza.