Siria, Amnesty International: “Evitare d’infliggere ulteriore sofferenza ai civili” - Amnesty International Italia

Siria, Amnesty International: “Evitare d’infliggere ulteriore sofferenza ai civili”

16 aprile 2018

Tempo di lettura stimato: 2'

Dopo gli attacchi lanciati il 13 aprile da Usa, Regno Unito e Francia contro obiettivi in Siria, Amnesty International Usa ha rilasciato questa dichiarazione:

“La popolazione siriana già da sei anni subisce attacchi devastanti, anche con le armi chimiche, molti dei quali rappresentano crimini di guerra. In ogni azione militare che s’intraprenda è necessario adottare tutte le precauzioni per evitare danni alla popolazione civile. Persone che già vivono nel terrore di perdere la vita a seguito di attacchi illegali non devono essere ulteriormente punite per le presunte violazioni dei diritti umani commesse dal governo siriano”.

“Milioni di siriani hanno lasciato il paese per fuggire dalla violenza e dalla persecuzione. L’amministrazione Trump non deve girare le spalle alla loro sofferenza vietando l’ingresso negli Usa. È giunto il momento che gli Usa riaprano le porte a chi cerca di fuggire dalla violenza in Siria”.

Roma, 16 aprile 2018

Per interviste:

Amnesty International Italia – Ufficio Stampa

Tel. 06 4490224 – cell. 348 6974361, e-mail: press@amnesty.it