Turchia, brutale repressione contro i manifestanti - Amnesty International Italia

Turchia, brutale repressione contro i manifestanti

2 giugno 2013

Tempo di lettura stimato: 4'

A seguito del brutale e senza precedenti intervento delle forze di polizia contro le persone che nei giorni scorsi prendevano parte a manifestazioni in diverse città della Turchia, Amnesty International ha sollecitato il governo a porre immediatamente fine all’uso eccessivo della forza e ad avviare un’inchiesta indipendente e imparziale su quanto accaduto, rendendone pubblici i risultati.

Finora si registra un decesso ufficiale e 7478 feriti in 13 città; di questi 55 riportano ferite gravi e tra loro 9 persone sono in condizioni critiche. Secondo l’Associazione medica turca, molte persone hanno perso la vista a causa dei gas lacrimogeni. I gas lacrimogeni, sparati irresponsabilmente ad altezza di persona e in spazi ristretti se non chiusi, sono stati responsabili del maggior numero di ferimenti.  Si registrano, inoltre, 68 poliziotti feriti ad Ankara.

Amnesty International ha ricevuto informazioni secondo le quali molte persone, arrestate all’inizio della rivolta, sono state trattenute anche per 12 ore a bordo dei veicoli della polizia, senza acqua e cibo e senza poter usufruire di servizi igienici. Numerosi manifestanti sono stati sottoposti a maltrattamenti al momento dell’arresto e dopo essere stati trasferiti nei commissariati di polizia.

Nei giorni scorsi, Amnesty International Turchia ha messo a disposizione i suoi uffici di Istanbul per fornire riparo ai manifestanti e soccorsi a quelli feriti.

Amnesty International ha rivolto un appello ai manifestanti affinché non svolgano azioni violente.

Chiedi la fine delle violenze: firma il nostro appello!

Twitter action

Unitevi ad Amnesty International e attivatevi attraverso i vostri profili Twitter!

Questo i nostri messaggi:

.@RT_Erdogan Removing banners is not a legitimate reason to stop a peaceful assembly. Stop police intervention in #Taksim now! @aforgutu

.@RT_Erdogan Protests in #Taksim Square have been peaceful. Stop the use of tear gas and water cannons on peaceful protestors. @aforgutu

.@RT_Erdogan Intervene now! No more abusive use of force by police @aforgutu #insanhakları #humanrightsforturkey #humanrights

.@RT_Erdogan Turkish authorities must allow the right to peaceful protest of the demonstrators @aforgutu #insanhakları #humanrightsforturkey

.@RT_Erdogan No more police beatings! No more firing tear gas canisters deliberately at protestors @aforgutu #humanrightsforturkey

.@RT_Erdogan Release up to date and accurate information on numbers and extent of injuries @aforgutu #insanhakları #humanrightsforturkey

.@RT_Erdogan Call immediate, independent & impartial investigation into allegations of excessive force @aforgutu #humanrightsforturkey

.@RT_Erdogan Change track: Stop the violence, allow peaceful protest, investigate abuses and never allow it again @aforgutu #insanhakları

.@RT_Erdogan No more deaths at demonstrations in #Turkey! @aforgutu #insanhakları #humanrightsforturkey #humanrights