Turchia: rispettare i diritti umani dopo il fallito colpo di stato - Amnesty International Italia

Turchia: rispettare i diritti umani dopo il fallito colpo di stato

18 luglio 2016

Tempo di lettura stimato: 2'

Dopo la notte di violenza tra il 15 e il 16 luglio, durante la quale è stato tentato un colpo di stato militare, Amnesty International ha sollecitato le autorità di Ankara a rispettare i diritti umani.

Amnesty International ha chiesto che le circostanze del tentativo di colpo di stato e la violenza che ne è seguita siano pienamente indagate e tutti i responsabili portati davanti alla giustizia e sottoposti a processi equi.

L’organizzazione per i diritti umani ha sollecitato le autorità turche a evitare ogni passo indietro, come il ripristino della pena di morte da più parti invocato, e di non procedere a limitare ulteriormente l’esercizio del legittimo dissenso.

In questo momento, ha sottolineato Amnesty International, è fondamentale che il governo turco rafforzi lo stato di diritto, garantisca il pieno rispetto dei diritti umani e assicuri l’indipendenza delle istituzioni, come la magistratura, preposte a garantirli.