Turchia: confermata la condanna di Ahmet Şık - Amnesty International Italia

Turchia: confermata la condanna di Ahmet Şık

3 dicembre 2019

AFP/Getty Images

Tempo di lettura stimato: 2'

Nuove e inquietanti notizie arrivano dalla Turchia. Come riportato su Articolo21 è stata confermata in appello la condanna di Ahmet Şık, giornalista investigativo del quotidiano Cumhuriyet e parlamentare. Condannati anche altri 11 ex giornalisti e dipendenti del quotidiano turco di opposizione laica. Assolto il noto editorialista Kadri Gursel.

Intanto, in carcere, l’ex presidente del Partito Democratico dei Popoli (HDP), Selahattin Demirtas, ha perso conoscenza ma non è stato portato in ospedale nonostante le condizioni critiche.

Demirtas è stato arrestato con l’accusa infamante di terrorismo. Prima dell’arresto era candidato per le presidenziali come leader dall’HDP che prima delle repressioni post fallito golpe era il terzo partito in Turchia.

Il politico curdo è detenuto nella prigione di Edirne, ben lontano da Diyarbakir dove vive la sua famiglia, e sua moglie lo visita una volta alla settimana.

Dopo tre anni di detenzione, Demirtas è molto debilitato e il 2 dicembre ha perso conoscenza a causa di una costrizione toracica e incapacità di respirare. Se non fosse stato per il suo compagno di cella Abdullah Zeydan sarebbe morto.