1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Vai alla pagina iniziale
Testata per la stampa
  1. dona
  2. contattaci
  3. Utilizza la tecnologia RSS per rimanere sempre aggiornato
  4. amnesty.org
 


ricerca avanzata

Contenuto della pagina

Siria

Per i diritti umani in Medio Oriente e Africa del Nord

Deir Ezzor,est della Siria, 10 settembre 2013 © AHMAD ABOUD/AFP/Getty Images

In Siria, la famiglia al-Assad ha governato con il pugno di ferro per 40 anni attraverso uno stato di emergenza, reprimendo e punendo ogni dissenso. Il 18 marzo 2011, dopo che le autorità avevano represso una manifestazione per lo più pacifica, le proteste hanno iniziato a diffondersi nel paese
 
Nei mesi successivi, la Siria è finita nel baratro del conflitto armato interno con forze governative e milizie armate che si sono rese responsabili di crimini di guerra, quali attacchi indiscriminati e mirati contro i civili, sparizioni forzate, detenzioni arbitrarie, uccisioni sommarie e torture. A loro volta i gruppi armati di opposizione hanno catturato ostaggi e commesso esecuzioni sommarie e torture, seppur su scala minore. 
 
Inoltre, decine di giornalisti sono stati imprigionati ingiustamente, torturati, sottoposti a sparizioni forzate e 36 uccisi da forze governative e gruppi armati d'opposizione, per impedire loro di occuparsi della situazione in Siria, comprese le violazioni dei diritti umani. Gli attacchi deliberati contro i civili, compresi i giornalisti, sono crimini di guerra e i responsabili devono essere portati di fronte alla giustizia
 
Dal 2011, il conflitto siriano è proseguito in un bagno di sangue mentre la comunità internazionale è rimasta inattiva, incapace di accordarsi sui passi da intraprendere davanti a tanta atrocità.

Il 14 settembre 2013, Stati Uniti e Russia hanno raggiunto un accordo che impone alla Siria di porre il suo arsenale chimico sotto controllo internazionale, per essere poi distrutto. Per Amnesty International,  l'accordo è un passo avanti ma occorre accertare le responsabilità sulle denunce di attacchi con le armi chimiche del 21 agosto e sui crimini contro l'umanità e crimini di guerra compiuti ogni giorno  con armi convenzionali.

 

Fatti e cifre: la Siria dal 2011 ad oggi

  • 65,000 persone scomparse dopo essere state arrestate dalle forze governative secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani;
  • 250,000 persone uccise secondo le Nazioni unite;
  • 4 milioni persone attualmente rifugiate all'estero, perlopiù in Turchia, Libano e Giordania. 

La Siria dall'inizio della "primavera araba": 8 fatti chiave

1. Il governo di Bashar al-Assad ha brutalmente represso le proteste di massa iniziate il 15 marzo 2011. La violenta reazione ha dato luogo al conflitto armato più duro dell'intera regione, con oltre 250.000 persone uccise secondo le stime delle Nazioni Unite, e il dilagare di crimini di guerra e crimini contro l'umanità. 

2. Da allora, più di 11 milioni di persone sono state sfollate dalle loro case: circa 7 milioni sono ancora entro i confini della Siria, più di 4 milioni sono oggi rifugiati all'estero, perlopiù in Turchia, Libano e Giordania. Decine di migliaia di rifugiati siriani hanno tentato di arrivare in Europa, spesso rischiando la vita.

3. Le forze armate governative hanno ripetutamente usato bombe e artiglieria pesante in zone abitate da civili, adoperando anche armi indiscriminate come i barili bomba. Sono stati bombardati anche ospedali, operatori sanitari sono stati perseguitati e le aree controllate dall'opposizione sono state soggette a lunghi assedi che hanno privato i residenti di cibo, medicine e altri beni di prima necessità. Secondo l'associazione Medici per I diritti umani, 112 strutture mediche sono state attaccate nel solo 2015, perlopiù dalle forze governative. 

4. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, circa 65.000 persone sono state arrestate dalle forze di sicurezza governative e se ne sono perse le tracce nella vasta rete di prigioni non ufficiali. Altri sono stati arrestati per aver aiutato persone sfollate a causa dei combattimenti o per aver parlato di ciò che sta avvenendo. Avvocati, medici e giornalisti sono stati imprigionati per aver semplicemente esercitato la loro professione.  

5. I servizi di intelligence e altre forze governative continuano a fare uso massiccio della tortura. A migliaia sono morti in detenzione dal 2011 a causa delle torture e di altri fattori, fra cui la mancanza di cibo e cure mediche.

6. Il gruppo armato che si è autodenominato Stato islamico (IS) ha fatto uso di artiglieria pesante in aree abitate da civili e ucciso un numero altissimo di civili e prigionieri. Il gruppo ha rapito, torturato e sottoposto a esecuzioni sommarie giornalisti, attivisti pacifici e persone percepite come suoi oppositori. L'IS ha anche assediato aree abitate da civili, costringendo questi ultimi a una dura lotta per il cibo, le medicine e altri generi di prima necessità.

7. Altri gruppi armati, fra cui Jabhat al-Nusra, hanno a loro volta attaccato aree abitate da civili, rapito sospetti oppositori e ucciso prigionieri.

8. I bombardamenti aerei russi a sostegno del governo Assad hanno ucciso centinaia di civili e colpito strutture mediche.

 

Cronologia degli eventi

 

Le ultime news

  1. [20/09/16] Siria: l'attacco al convoglio di aiuti viola il diritto internazionale
  2. [18/08/16] Torture, condizioni detentive inumane e decessi di massa nelle prigioni siriane
  3. [28/07/16] Siria: catastrofe umanitaria incombe su Aleppo
  4. [13/05/16] Siria: aiuti respinti a Deraya, crimini di guerra ad Aleppo
  5. [23/03/16] Giordania: i rifugiati siriani non hanno accesso a servizi medici fondamentali
  6. [14/03/16] #360Syria: il sito che rivela le devastazioni prodotte dai barili bomba
  7. [14/03/16] Dalla speranza all'orrore: cinque anni di crisi in Siria
  8. [03/03/16] Siria: i bombardamenti degli ospedali sono una strategia di guerra
  9. [15/02/16] Russia e Siria devono porre fine agli attacchi deliberati contro gli ospedali
  10. [03/02/16] Siria, conferenza mondiale dei donatori: oltre 90 organizzazioni chiedono un nuovo piano
  11. [02/02/16] Le rifugiate siriane ancora più a rischio di sfruttamento e violenza sessuale
  12. [18/12/15] Giornata internazionale dei migranti: i governi affrontino la crisi
  13. [17/12/15] Cinque anni dopo l'inizio della "primavera araba", diritti umani a rischio
  14. [07/12/15] Come abbiamo armato lo "Stato islamico"
  15. [12/03/15] Siria, quattro anni di crisi: popolazione finita nel buio
  16. [04/02/15] #Opentosyria: le storie sconosciute dei più vulnerabili tra i rifugiati siriani
  17. [15/12/14] Siria - Fatti e cifre sulla crisi dei rifugiati e reinsediamento  internazionale
  18. [12/12/14] S.O.S. Europa: prima le persone, poi le frontiere
  19. [05/12/14] Vergognosa risposta del mondo alla crisi dei rifugiati siriani
  20. [20/11/14] Turchia: rifugiati siriani vittime di violazioni dei diritti umani al confine e lasciati a se stessi 
  21. [23/09/14] La protezione dei civili siriani deve essere prioritaria
  22. [16/06/14] Vivere sotto assedio in Siria: bombe e mancanza di cibo, acqua e farmaci
  23. [05/06/14] Siria, bambini tra le 15 vittime di uccisioni sommarie nel nord del paese
  24. [22/05/14] Crudele il veto russo e cinese alla risoluzione sulla Siria
  25. [21/05/14] Libano: rifugiati siriani in disperato bisogno di cure mediche 
  26. [13/03/14] #Withsyria: appello globale per fermare la peggiore crisi del XXI secolo
  27. [10/03/14] Siria, Yarmuk sotto assedio
  28. [24/02/14] Siria: la risoluzione del Consiglio di sicurezza un primo segno di speranza
  29. [26/01/14] Siria: dichiarazione congiunta di sette Ong sulla conferenza "Ginevra II"
  30. [21/01/14] Siria: la conferenza "Ginevra II" deve agire sulle denunce di torture e uccisioni "su scala industriale"
  31. [17/01/14] Siria: la conferenza di Ginevra fermi le sofferenze dei civili!
  32. [19/12/13] Siria, torture e uccisioni nei centri di detenzione dell'Isis
  33. [13/12/13] Vergognoso comportamento dell'Ue verso i rifugiati siriani
  34. [31/10/13] Le restrizioni poste dalla Giordania ai rifugiati siriani illustrano il peso che grava sui paesi ospitanti
  35. [17/10/13] Egitto, porre fine alla detenzione e al rimpatrio dei rifugiati siriani!
  36. [11/10/13] Nobel per la pace, un premio importante ma rimane molto da fare
  37. [27/09/13] Risoluzione del Consiglio di sicurezza sulla Siria: Amnesty International chiede che non sia un'altra occasione persa
  38. [16/09/13] Siria, accordo sulle armi chimiche un passo avanti ma non basta
  39. [10/09/13] Matrimoni precoci e molestie per le rifugiate siriane in Giordania
  40. [05/09/13] I leader del G20 non devono sprecare l'opportunità di salvare vite umane in Siria
  41. [22/08/13] Siria: pieno accesso agli ispettori ONU per indagare sul presunto utilizzo di armi chimiche
  42. [07/08/13] Siria: attraverso le immagini satellitari di Amnesty International, da un anno all'altro la devastazione di Aleppo
  43. [29/07/13] Siria, civili vittime di esecuzioni extragiudiziali per conseguire vantaggio militare
  44. [04/06/13] Siria: rapporto della Commissione internazionale di inchiesta
  45. [16/05/13] Risoluzione Onu sulla Siria, passo positivo ma insufficiente
  46. [03/05/13] Siria: giornalisti presi di mira nel conflitto
  47. [29/04/13] Oltre un milione e trecentomila profughi dalla Siria hanno disperato bisogno di  maggiore aiuto internazionale
  48. [29/03/13] La Turchia rimanda in Siria centinaia di rifugiati
  49. [27/03/13] Siria, la Lega araba e i paesi Brics devono tenere alta la pressione sulle parti in conflitto
  50. [14/03/13] Siria: da " i giorni della collera" a  un conflitto pieno di collera
  51. [14/03/13] Siria, due anni dalla rivolta
  52. [13/03/13] 15 marzo - Un'onda bianca per la Siria!
  53. [15/01/13] Siria, 57 stati membri dell'Onu chiedono l'intervento della Corte penale
  54. [11/01/13] La protezione delle minoranze dev'essere una priorità nella fase di transizione della Siria
  55. [13/11/12] In Italia Hanadi Zahlout, attivista siriana per i diritti umani
  56. [02/11/12] Siria, un gruppo armato compie esecuzioni sommarie di soldati nella provincia di Idlib
  57. [26/10/12] Siria: liberare tutti i prigionieri di coscienza dopo l'amnistia
  58. [04/10/12] Siria: scomparso noto avvocato per i diritti umani
  59. [19/09/12] Siria: nuove prove sulla campagna di attacchi indiscriminati, alto numero di vittime civili
  60. [17/09/12] Turchia e Iraq ostacolano l'ingresso dei rifugiati in fuga dalla Siria
  61. [03/08/12] Siria, l'Esercito libero compie crimini di guerra, poi li condanna e annuncia un'indagine
  62. [01/08/12] Siria: ad Aleppo dalla repressione indiscriminata al conflitto armato
  63. [27/07/12] 28 luglio, 500 giorni di violazioni dei diritti umani in Siria. Giovani europei li ricordano con un'azione pubblica a Palermo
  64. [25/07/12] Siria: notizie di uccisioni sommarie da parte delle forze governative e dell'opposizione armata
  65. [21/07/12] Siria, il voto del Consiglio di sicurezza incoraggerà i responsabili delle violazioni
  66. [13/07/12] Siria: l'Onu deve avere accesso immediato per indagare sulle denunce di uccisioni a Treimseh
  67. [14/06/12] Siria: crimini contro l'umanità in corso da parte delle forze armate
  68. [30/05/12] L'espulsione degli ambasciatori siriani deve essere seguita da azioni concrete
  69. [29/05/12] Siria: necessaria una rapida azione dell'Onu dopo l'attacco a Houla
  70. [03/04/12] Nonostante le speranze suscitate dal piano Annan, in Siria la repressione continua
  71. [16/03/12] L'eventuale missione Onu in Siria deve monitorare e riferire sulle violazioni dei diritti umani
  72. [14/03/12] Siria: torture e maltrattamenti in detenzione, fenomeno sistematico e massiccio
 
Sostieni Amnesty, difendi i diritti umani
Newsletter

Risorse correlate

Visita il sito "Paura dal cielo": fotografie a 360 gradi, narrazioni, registrazioni sonore, grafici tridimensionali e video che i media-attivisti siriani hanno realizzato appositamente per Amnesty International.